',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_064-frate-e-vetri.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_064-frate-e-vetri.jpg'} },{alt: '071-gradini-colorati',description: '071-gradini-colorati',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_071-gradini-colorati.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_071-gradini-colorati.jpg'} },{alt: '074-muro-a-colori',description: '074-muro-a-colori',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_074-muro-a-colori.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_074-muro-a-colori.jpg'} },{alt: '077-vetrata',description: '077-vetrata',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_077-vetrata.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_077-vetrata.jpg'} },{alt: '078-vetrata',description: '078-vetrata',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_078-vetrata.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_078-vetrata.jpg'} },{alt: '080.2-vetrata-con-verde',description: '080.2-vetrata-con-verde',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_080.2-vetrata-con-verde.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_080.2-vetrata-con-verde.jpg'} },{alt: '080.3-vetrata-blu',description: '080.3-vetrata-blu',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_080.3-vetrata-blu.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_080.3-vetrata-blu.jpg'} },{alt: '082-processione',description: '082-processione',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_082-processione.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_082-processione.jpg'} },{alt: '083.1-processione',description: '083.1-processione',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_083.1-processione.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_083.1-processione.jpg'} },{alt: '091.1-ingresso-santa',description: '091.1-ingresso-santa',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_091.1-ingresso-santa.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_091.1-ingresso-santa.jpg'} },{alt: '094.2-icone ed iconostasi',description: '094.2-icone ed iconostasi

 

',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_094.2-scranni-per-libri.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_094.2-scranni-per-libri.jpg'} },{alt: '095-candele-e-mano',description: '095-candele-e-mano',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_095-candele-e-mano.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_095-candele-e-mano.jpg'} },{alt: '096-ragazzo-con-candele',description: '096-ragazzo-con-candele',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_096-ragazzo-con-candele.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_096-ragazzo-con-candele.jpg'} },{alt: '097.1-moderno',description: '097.1-moderno',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_097.1-moderno.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_097.1-moderno.jpg'} },{alt: '101-candelina',description: '101-candelina',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_101-candelina.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_101-candelina.jpg'} },{alt: '102-candele-s',description: '102-candele-s

 

',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_102-candele-storte.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_102-candele-storte.jpg'} },{alt: '113-libro-aperto-1bis-bis',description: '113-libro-aperto-1bis-bis',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_113-libro-aperto-1bis-bis.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_113-libro-aperto-1bis-bis.jpg'} },{alt: '115-fiori-in-piccolo',description: '115-fiori-in-piccolo',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_115-fiori-in-piccolo.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_115-fiori-in-piccolo.jpg'} },{alt: '116-fiori-su-quadro',description: '116-fiori-su-quadro',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_116-fiori-su-quadro.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_116-fiori-su-quadro.jpg'} },{alt: '117-affreschi-e-lampadario',description: '117-affreschi-e-lampadario',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_117-affreschi-e-lampadario.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_117-affreschi-e-lampadario.jpg'} },{alt: '122-Cristo e santi',description: '122-Cristo e santi

 

',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_122-fila-di-santi.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_122-fila-di-santi.jpg'} },{alt: '125-theotokos-e-lampada',description: '125-theotokos-e-lampada

 

',small: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_m_125-madonna-e-lampada.jpg'},big: {url: '/joomla/images/phocagallery/monte_athos_1/thumbs/phoca_thumb_l_125-madonna-e-lampada.jpg'} }]

logo calabriaortodossa new

 

Login



LA REGISTRAZIONE non comporta NESSUN OBBLIGO o l'invio di materiale pubblicitario. La Vs iscrizione contribuirà a MANTENERE IN VITA IL PORTALE.

Seleziona la tua lingua

Chinese (Simplified) English French German Greek Portuguese Romanian Russian Serbian Spanish

 

Seguici anche su

twitter-logo60x60icon t

Twitter

facebook icon60x60facebook iconface icon

Facebook

 

 


Designed by Domenico Oliveri Copyright 2011-2018
Il presente portale web è segnalato da:

La penisola del Monte Athos E-mail
Domenica 09 Settembre 2012 00:00
Indice
La penisola del Monte Athos
La vita di preghiera: le origini del monachesimo
I monasteri della Sacra Montagna
Galleria fotografica
Informazioni
Tutte le pagine

monte athos-cop

La Repubblica monastica del Monte Athos si trova nella propaggine più orientale della penisola Calcidica, in Grecia. Per raggiungere la repubblica non esistono delle strade poiché quest'ultime terminano a Ouranoupolis, un piccolo paese turistico dal quale ogni giorno parte un traghetto che conduce i visitatori e i pellegrini nel Monte Athos. E' bene notare che i visitatori che si recano sull'Athos non devono pensare di andare ad una semplice gita perché ne rimarranno delusi. E' auspicabile un atteggiamento da pellegrinaggio o, quanto meno, uno stile rispettoso e discreto. I monaci accolgono volentieri tutti ma sono sempre infastiditi quando si trovano dinnanzi a visitatori senza alcuno scopo spirituale e con atteggiamento supponente. Se si tollera la macchina fotografica è assolutamente proibita la videocamera. Andando all'Athos, il visitatore ha l'opportunità di accostarsi ad un modo di vita piuttosto insolito, se paragonato a quello mondano. Chiunque sia, se si reca con umile atteggiamento e con preghiera, può avere percezioni poco comuni, intuire realtà non ordinarie, realtà che il linguaggio religioso occidentale denomina "soprannaturali". Tutto ciò è di casa all'Athos ma è percepibile solo se il visitatore sa assumere la veste del silenzioso e rispettoso pellegrino. Tutto ciò che può distrarre il visitatore (telefonini, walkman, discorsi "culturali" e via dicendo) lo allontana da quest'esperienza spirituale e lo pone fuori posto, dal momento che, con queste realtà, si trova nel luogo sbagliato.

Non ci si reca nell'Athos solo per visitare dei monumenti antichi, per vedere una particolare tradizione religiosa o per ammirare una superba natura incontaminata! Si visita l'Athos per aprire il cuore e accogliere Dio che, pur essendo ovunque, si rende più vicino all'uomo quando quest'ultimo s'immergere in un ambiente che lo aiuta a percepire la Sua presenza. In questa prospettiva si accettano i divieti e si comprendono stili di vita che paiono molto distanti da quelli moderni.

Come si raggiunge il Monte Athos

Il foglio di permesso per visitare l'Athos: il Diamonitirion. Per raggiungere il Monte Athos è necessario fare una prenotazione all' "Ufficio dei Pellegrini" per il Monte Athos. La prenotazione deve essere fatta almeno due mesi prima della data nella quale si vuole visitare il posto. La richiesta può essere stilata in greco o in inglese. All'ufficio, che si trova a Salonicco (viale Kon. Karamanli, 14 GR-54638) non è necessario presentarsi di persona. Basta inviare una richiesta per lettera o per fax (Tel. 0030-31-861611; Fax 0030-31-861811). Successivamente l'ufficio stesso provvede ad informare positivamente il richiedente della disponibilità alla domanda (che, se presentata per tempo, è sempre positiva) e chiede l'invio di alcuni dati identificativi essenziali (normalmente la fotocopia della carta d'identità). Due settimane prima di recarsi all'Athos il pellegrino può verificare per telefono o di presenza che non vi sia alcun problema. A questa prima fase segue la seconda. Raggiunto il paesino di Ouranoupolis (i più lo fanno tramite una linea di corriere che congiunge Salonicco a Ouranoupolis, partendo dalla stazione degli autopulman per la Calcidica) il giorno dell'imbarco, poco prima di partire (verso le nove di mattina), è necessario ritirare il lasciapassare per l'Athos da un piccolo ufficio poco distante dal porticciolo. Tale foglio si chiama Diamonitirion ed è stato già stilato in precedenza sulla base dei dati trasmessi dall'ufficio di Salonicco. Non resta che pagare una piccola tassa d'ingresso ed imbarcarsi con il permesso e un documento identificativo. Il permesso non dura più di quattro giorni. Da questo momento il pellegrino non è tenuto a pagare più nulla perché l'ospitalità che gli viene data è gratuita. E' consentita la presenza di piccoli gruppi. Per gruppi più numerosi (dalle dieci persone in poi) si può trovare qualche difficoltà dal momento che il flusso di pellegrini non deve superare giornalmente un certo numero di presenze. Per motivi organizzativi ultimamente alcuni monasteri desiderano essere preavvisati telefonicamente dell'arrivo dei pellegrini. L'ufficio di Salonicco trasmette per tempo l'elenco di tali monasteri (Vatopedi, Iviron, Karakallou, Koutloumousi, Pantokratoros, Xenofontos, Xiripotamou, Simonos Petra, Grigoriou, Stavronikita, Agias Annis) e il loro numero di telefono in modo che il pellegrino si annunci.

Chi può visitare il Monte Athos

mappa monte athos

Il Monte Athos è un territorio monastico. I monasteri maschili sono disseminati lungo tutta la penisola. Per questo motivo non è consentito l'accesso alle donne. Per gli uomini non esistono proibizioni e non crea problemi la loro confessione religiosa: essere cattolici o protestanti non è un impedimento per visitare il Monte Athos. Tuttavia non ci si deve meravigliare se ai non ortodossi non è consentito assistere alle Liturgie dopo la professione di fede (il Credo) e se quest'ultimi si devono sedere solo nella parte iniziale della chiesa. Il pasto è condiviso fraternamente con tutti ma la chiesa rappresenta una realtà nella quale non si può confondere l'ortodosso da chi non lo è. Il dovere di carità e di ospitalità al non ortodosso significa ricordargli che non può assistere ad una liturgia che esprime una fede diversa dalla sua. Infatti la chiesa e la preghiera esprimono il contenuto della fede dei presenti. Nella liturgia è necessario che gli oranti abbiano un cuor solo e un'anima sola, dal momento che il culto non è uno spettacolo esterno e richiede l'adesione interiore di tutti. Non è tenuto a quest'adesione il non ortodosso e, d'altronde, non è giusto chiedergliela. E' per questo che costui viene invitato a non fermarsi da un certo punto della preghiera in poi. Per lo stesso motivo il non ortodosso non si può accostare ai sacramenti dell'Ortodossia. Con questo, non significa che i non ortodossi non vengano amati ed ascoltati. Ma ciò dipende pure dal loro rispetto e attenzione.

I lunghi percorsi impegnativi che collegano tra loro i monasteri, devono essere fatti a piedi. Per questo motivo il Monte Athos non è consigliabile alle persone malate di cuore, ai bambini e agli anziani.

Cosa portare con sè e come percorrere il Monte Athos

L'acqua cristallina e la natura mediterranea dell'Athos. Nel Monte Athos non esiste luce elettrica e, tranne qualche strada in terra battuta, il modo ordinario di percorrerlo è quello di attraversare dei piccoli sentieri tra i boschi e, non di rado, qualche torrentello. E' necessario avere una torcia elettrica e un buon paio di scarpe da montagna. Le scarpe da ginnastica non fanno presa sul terreno, soprattutto se si devono superare dei passaggi rocciosi. I percorsi sono raramente leggeri. E' quindi necessario avere uno zaino non troppo pesante per non affaticarsi. Per lo stesso motivo è sconsigliabile recarsi nel Monte Athos nei mesi estivi quando la temperatura raggiunge e supera i quaranta gradi. Le cartine che si trovano sul Monte Athos sono tutte approssimative. Esiste solo una cartina molto dettagliata stampata in Austria. L'ospitalità nei monasteri prevede il vitto e l'alloggio. Se si ha un regime alimentare particolare è bene avvertire il monaco foresterario dell'Archondariki. E' importante sapere che nell'Athos non si mangia carne e che in parecchi periodi dell'anno il tenore alimentare è piuttosto severo (verdura, frutta, olive e poco altro). I monasteri seguono l'ora "bizantina". Ciò significa che il pranzo viene offerto verso le nove di mattina e la cena verso le sei di pomeriggio. In alcuni monasteri (ad Iviron, ad esempio) la cena viene servita anche prima. I più previdenti che programmano lunghe camminate nei boschi, assieme ad una buona cartina, dovranno avere con sè una bussola e un altimetro. Sebbene i percorsi siano segnati, è facile che l'inesperto si smarrisca nelle piccole strade o che si ritrovi in un sentiero che non lo porta da nessuna parte. Una maniera comoda di percorrere la penisola è quella di costeggiarla con un traghetto. E' comunque molto raro che il traghetto faccia il giro del Monte Athos perché le correnti opposte agitano il mare in corrispondenza della testa della penisola. In questo punto, dal quale sarebbero visibili gli eremitaggi, il mare è molto profondo ed è pericoloso attraversarlo in condizioni avverse. Un modo alternativo di percorrere l'Athos è anche quello di chiedere il passaggio ai veicoli fuoristrada che percorrono le polverose strade. Questi mezzi sono un po' frequenti la mattina e corrono raramente il pomeriggio. Ciò non solleva dall'obbligo di fare a piedi dei percorsi più o meno lunghi. Per la pendenza del terreno, è consigliabile munirsi di un bastone sul quale appoggiarsi. La fatica trova la sua ricompensa nella contemplazione di una natura che, con i suoi profondi silenzi e la sua selvaggia bellezza, offre uno spettacolo non comune.

 



Ultimo aggiornamento Domenica 08 Novembre 2015 16:07
 
{alt}